Cerca  
Menu

Login
Nickname

Password


Hai perso la password?

Non sei registrato?
Fallo ora!

Espande/Riduce le dimensioni di quest'area
 
Espande/Riduce le dimensioni di quest'area

Cippo a Nervesa della Battaglia



Ricostruzione del Cippo sulla strada Panoramica in onore del Comandante A.U. che, alla guida del suo plotone, passò il Piave nel 1918 salendo per Via dei Croderi e in combattimento perse la vita e dove cadde, successivamente, fu eretto un monumento.


Come si può vedere dalle foto la platea di calcestruzzo posta sopra l’entrata dell’osservatorio-bunker con impressa la scritta in onore al Kaiser (era riparata, dall’alta massicciata di roccia, da eventuali granate in arrivo da ovest Nervesa/Spresiano) si è spezzata facilmente con una carica esplosiva (non avendo i tondini di acciaio armati). Sicuramente questo risale al periodo fascista in quanto la "presenza" del solo nome degli Asburgo nel territorio dava adito alle congetture più disparate.
Sarebbe auspicabile, se i proprietari fossero d’accordo, che le parti crollate di calcestruzzo venissero ricompattate ricostruendo come in originale, naturalmente dopo aver ottenuto le autorizzazioni dalle autorità preposte.

Anche a Nervesa della Battaglia, sul Montello, c'era un'opera in pietra scolpita ben visibile con tanto di basamento a strati, con scritto il nome e cognome ecc. di un comandante AU che da Villa Jacur per primo passò in barca il Piave, guidando i suoi soldati sulla salita del Montello in Via dei Croderi e poi negli aspri scontri venne ucciso dagli italiani. Di questo cippo che lo ricordava quale EROE ora resta solo il basamento perché negli anni della Seconda Guerra Mondiale i fascisti lo fecero brillare e la pietra ridotta a pezzettini gettata nei crepacci del Montello. Testimonianza confidataci negli  anni ’90 dal nostro collaboratore m.d.l. luminare turbine alla Franco Tosi Ing. Alfredo Dal Secco. Il proprietario del fondo, al tempo da noi interpellato, diede l'ok a far ricostruire il cippo a nostre spese, ma alla richiesta di autorizzazione il Sindaco del tempo non diede il consenso!
Oggi abbiamo reinterpellato il proprietario del fondo, che ha dato la sua adesione e riconferma la disponibilità per ripristinare l'opera che si trova a lato della Strada Panoramica sul Montello. Opera che sarà realizzata dal Comitato Imprenditori Veneti “Piave 2000”.
Grazie di cuore al proprietario del fondo.

È stata inviata al Sindaco la richiesta di Patrocinio per ripristinare il cippo.

Cippo sulla strada Panoramica a Nervesa della Battaglia


16 Giugno 2016

Al Sindaco di Nervesa della Battaglia
Ing. Fabio VETTORI

Oggetto: Richiesta di patrocinio per ripristinare il cippo in onore del Comandante A.U. che, a guida del suo plotone, passò il Piave nel 1918 salendo per Via dei Croderi e in combattimento perse la vita e dove cadde, successivamente, fu eretto un monumento in suo onore.

Chiediamo a Lei Sig. Sindaco la collaborazione per ripristinare, come un tempo, l'opera andata distrutta per atti vandalici nel periodo fascista.
Se è d'accordo con questa proposta, La prego di chiedere, se serve, l'autorizzazione alle Autorità competenti.
Il basamento del cippo si trova in Via VIIIª Armata, 11 a Nervesa della Battaglia e proprietario del fondo è il sig. Renato Benedetti, il quale ha dato la sua adesione al rifacimento del monumento.
Previo ricerche, disponiamo della foto di come era il cippo prima dell’atto vandalico, con relative scritte scolpite sulla pietra: nome, cognome, ecc. del Comandante.
Al tempo aveva collaborato a ricerche storiche il nervesano M.d.L. ing. Alfredo Dal Secco, medaglia d'oro (conferita dal Presidente della Repubblica) per la sua professionalità, luminare delle turbine alla Franco Tosi.
Il Comitato Imprenditori Veneti “Piave 2000” in suo onore e per le ricerche storiche e ambientali ha realizzato un monumento eretto sull'argine del Piave vicino al Passo Barca, l’opera in pietra e bronzo è stata modellata dallo scultore Carlo Balljana.
Auspichiamo che il monumento possa essere inaugurato in occasione del 99° anniversario della Battaglia del Solstizio.

Distinti saluti.
Il Presidente Diotisalvi Perin


Rsposta del Sindaco

1 Luglio 2016

Alla cortese attenzione del signor Perin Diotisalvi

    In riferimento alla Sua richiesta di collaborazione per il ripristino del cippo in onore del Comandante A.U., sito in via VIII Armata n. 11 a Nervesa della Battaglia, sul fondo di proprietà del signor Renato Benedetti, pervenuta al protocollo generale di questo Ente al n. 7570/16 in data 17 giugno 2016, Le comunico con la presente che tale intervento è già stato programmato dall’Amministrazione comunale in collaborazione con l’Associazione Battaglia del Solstizio.
La conclusione dei lavori e la successiva inaugurazione sono previsti in occasione delle celebrazioni del Centenario della Battaglia del Solstizio.
    Nel ringraziarLa per la Sua attenzione e sensibilità dimostrata, l’occasione è gradita per porgerLe i miei più cordiali saluti.
Ing. Fabio VETTORI - SINDACO



6 Luglio 2016

Al Sindaco di Nervesa della Battaglia
Ing. Fabio VETTORI

Sig. Sindaco La ringraziamo per la pronta risposta del 1/07/2016 per inaugurare il cippo nel centenario della fine della Grande Guerra.
Lo scultore Pietro Stefan (in foto) si è già messo all'opera predisponendo un blocco di pietra "salisa" delle seguenti dimensioni:
altezza mm. 820,
larghezza alla base mm. 450,
larghezza nella parte superiore mm. 370,
spessore mm. 160.

Cordiali saluti.
Il Presidente Diotisalvi Perin


Stampa la pagina


Invia ad un amico