Cerca  
Menu

Login
Nickname

Password


Hai perso la password?

Non sei registrato?
Fallo ora!

Espande/Riduce le dimensioni di quest'area
 
Espande/Riduce le dimensioni di quest'area

Collalto: escursione 4 maggio 2014

Nel centenario dell'inizio della Grande Guerra 1914-2014

La Prima Guerra Mondiale iniziò a causa dell'assassinio a Sarajevo
dell'arciduca d'Austria Francesco Ferdinando d'Asburgo il 28 giugno 1914
da parte dello studente irredentista serbo Gavrilo Princip.
In breve tempo, per il gioco di alleanze che univa le varie nazioni europee: Impero Austro-Ungarico,
Germania e Turchia da un lato, Russia, Francia, Inghilterra, in seguito Italia, Giappone
e Stati Uniti dall'altro, quasi tutta l'Europa si trovò coinvolta nel conflitto: dagli Urali ai Pirenei,
dal Mare del Nord all'Africa.
Nel conflitto entrarono anche tutti i territori del Commonwealth britannico,
cosicché il conflitto poté definirsi a pieno titolo il primo di proporzioni planetarie.


Sulle orme della Grande Guerra

Visita guidata ad alcune opere di ingegneria militare realizzate dall’esercito austro-ungarico,
Comando supremo dell’Imperatore Carlo I d’Asburgo ai fronti, Gen. Arciduca Giuseppe d’Asburgo
e Gen. Boroevic, a partire dal 10 novembre 1917 dal Piave e sulle colline di Collalto.
Visita particolare ai siti storici della zona.


  COLLALTO - Domenica 4 Maggio 2014
15ª escursione

Ritrovo dalle ore 7.45 - Partenza alle ore 8.15
Partenza ore 8.15 dalle ex Scuole Elementari di Collalto per visitare:
1) ci si incammina sulla strada in via Morgante IIª e Iª (dove sono visibili, in sequenza in un tratto di strada lungo 1 km circa, 5 cartelli che indicano le vicende storiche della Grande Guerra tra il 1917/18), al 4° cartello si sale al Colle di Guardia verso l'Osservatorio del Comandante Generale Ludwig Goiginger e per depositare una corona d'alloro, benedetta dal parroco di Collalto, sulle trincee, dove ricorderemo i caduti di entrambi gli eserciti, morti in una guerra assurda e inutile, principalmente fra cristiani, dichiarata dall'Italia all'Austria il 23 maggio 1915. Alla cerimonia, accompagnata dal "Silenzio" eseguito alla tromba da Marco Compiano, parteciperà anche Guido Spada rappresentante della Croce Nera austriaca.
2) Si scende verso la zona del Turnichè, dove si vede un pozzo dell'impianto di stoccaggio del gas metano, che fa a pugni con la straordinaria natura collinare circostante (vedi nel sito del Museo del Piave la ca-sella: FRANE e GAS: problematiche del territorio suseganese).
3) Si sale sul Colle di Casa Castagnè, disseminato di caverne e trincee, dove ci sarà il brindisi con il prosecco, frutto delle nostre terre e il sorvolo degli aerei storici del Comandante Giancarlo Zanardo e da dove si possono vedere anche i Colli Asolani, il Monte Grappa, il Monte Cesen, ecc.
4) Attraversamento in vicinanza di pascoli per le mucche e i cavalli.
5) Si prosegue per Casa Guizza, osservatorio e Comando A.U., da dove si apre una vista panoramica sul Piave, sul Montello e sul Quartier del Piave. A Casa Guizza si può ammirare una scultura di Marta Sam-martini che ha immortalato un giovane soldato durante il periodo della Grande Guerra, questo si rannicchiava vicino ad un albero con un'espressione particolare che fa riflettere sulla guerra.
6) Bosco Zecchinel, le postazioni di sparo, trincee, gallerie e osservatori e giù verso il torrente Lierza e rientro per il caffé o digestivo offerto dal Gruppo Festeggiamenti.

Durata del percorso, incluso il pranzo, è di circa 6 ore (è consigliata un'adeguata scorta di acqua).
Accompagnati dal Gruppo Festeggiamenti Collalto, Diotisalvi Perin e lo storico Tarcisio Zanchetta. Cenni storici a cura del dott. Guido Spada nel periodo della Grande Guerra. Saranno disponibili le pubblicazioni della collana "Il Fronte Dimenticato".

Il pranzo (fino ad esaurimento posti disponibili) a base di spiedo, carni miste o grigliata (salsicce, costicine), polenta, patate, fagioli, "muset", vino, acqua (costo Euro 14,00, che si pagheranno alla prenotazione), a cura del Gruppo Festeggiamenti di Collalto, si terrà alle ore 12.30 nel campo vicino alle trincee.
Le prenotazioni si potranno effettuare, dal 21 aprile al 1° maggio 2014, presso lo stand della festa di San Giorgio Patrono a Collalto. Per prenotazioni: cell. 338.2916580.

Durante l’escursione ci sarà il sorvolo del Fokker DR1, triplano del Barone Rosso e di aerei storici della pattuglia del Comandante Giancarlo Zanardo, che ringraziamo.

Lo Spad XIII, copia dell’aereo dell’  “Asso degli Assi” Magg. Francesco Baracca (abbattuto da un cecchino a.u. dal campanile di Nervesa), è di proprietà del Comune di Vas, finanziato dalla Regione del Veneto, Comune di Vas; partner Interreg III. Costruttore e pilota Comandante Giancarlo Zanardo. La Road Map è stata sponsorizzata da Laser Industries cogeneratori di Pederobba (TV).

Consigli utili: Abbigliamento adeguato per muoversi tra i boschi. È consentito l'uso della macchina fotografica e della telecamera.
Si ringraziano di cuore, per la gentile concessione, i proprietari dei fondi privati, per aver autorizzato l'accesso.
Avvertenza: sulle opere d'ingegneria bellica in Comune di Susegana. Quasi tutta la zona interessata si trova in PROPRIETÀ PRIVATA, pertanto non visitabile anche per motivi di sicurezza: pericoli di frane, crolli di massi e scavi di trincee non protetti.
Vista la pericolosità esortiamo a non entrare nelle gallerie o trincee, pertanto, all'esterno di esse e nei limiti del possibile, metteremo delle foto. Gli organizzatori declinano ogni responsabilità per danni a persone e cose avvenuti durante il percorso.



Stampa la pagina


Invia ad un amico