Cerca  
Menu

Login
Nickname

Password


Hai perso la password?

Non sei registrato?
Fallo ora!

Espande/Riduce le dimensioni di quest'area
 
Espande/Riduce le dimensioni di quest'area

Sismicità a Collalto





Lettera al Prefetto dott. Aldo Adinolfi

Comitato Imprenditori Veneti "Piave 2000"
C.P. n. 1 -  31010 Ponte della Priula (TV)

Ponte della Priula, 6 dicembre 2012


Lettera aperta - Urgente


Spett.le Illustrissimo Prefetto Dott. Aldo Adinolfi
Piazza dei Signori, 22 - 31100 Treviso



    Sig. Prefetto, prima di tutto ringrazio per la Sua risposta del 5 dicembre alla nostra lettera del 15 novembre u.s.
    Come da nostra consuetudine intendiamo tenerLa aggiornata sulla vicenda dell’impianto di stoccaggio di gas metano proveniente dalla Russia che viene pompato sotto i territori di Susegana, San Pietro di Feletto, Pieve di Soligo, Sernaglia, Nervesa della Battaglia e marginalmente anche Conegliano.
    Sta emergendo con molta chiarezza, al contrario di quello che Le era stato riferito in un primo momento, la pericolosità sismica del territorio interessato. Nel materiale video, che alleghiamo, che sottoponiamo alla Sua attenta visione viene sottolineato, con molta chiarezza, non da comuni cittadini come siamo noi ma bensì da tecnici di Enti Statali preposti al monitoraggio del nostro paese.
    Abbiamo ancora in mente il nostro primo incontro, la Sua affermazione “Ho chiamato il Sindaco di Susegana e mi ha detto che è tutto a posto non ci sono e non ci saranno problemi, la zona interessata non presenta pericolosità sismica”.
    La vicenda Gas Collalto fin dalla sua nascita presenta molte ombre, ombre che hanno permesso la realizzazione dell’impianto.
    Perché lo ribadiamo con sempre più convinzione, che se si fossero fatte tutte le opportune verifiche avrebbero evidenziato l’incompatibilità tra zona sismica livello 2 e impianto di stoccaggio.
    Facciamo notare che da comunicati stampa sembra che la recente interrogazione parlamentare citata nelle precedenti lettere abbia avuto una risposta poco credibile in quanto dicono che non c'è pericolosità sismica pur trovandosi in zona di pericolosità 2.
    I punti per sviscerare la questione, che forse viene male interpretata, sono tre:
1) Si sente parlare che solo la centrale di pompaggio ha ottenuto il parere favorevole alla Valutazione di Impatto Ambientale e questo ci è stato confermato anche dal geologo della Regione componente della Commissione VIA Franco Secchieri, incontratosi con noi e il segretario della Lega Nord Gian Paolo Gobbo che ci riferiva che c'era il VIA su tutto il settore tra centrale e smistamento e distribuzione dei numerosi pozzi.
2) È risultato invece che solamente la centrale di pompaggio Villa Jacur ha ottenuto l'autorizzazione e che tutto il sistema di distribuzione che parte dalla centrale di pompaggio e la miriade di pozzi e tutto il sistema di distribuzione dei sistemi complicati che diramano in emissione e dismissione il gas su tutti gli impianti non è stata fatta la procedura del VIA.
3)  Recente grossa condotta realizzata per alimentare, di gas metano, la centrale di pompaggio che parte da Cimadolmo  alla stazione di Villa Jacur.
    Quindi non vorremmo che sia stato preso fischi per fiaschi, una cosa è la stazione di pompaggio, una cosa è la distribuzione, i pozzi, un'altra cosa è la linea che alimenta la centrale.
    Pertanto sig. Prefetto La prego di valutare tutta la questione ed eventualmente approfondire, se Lei ritiene opportuno, con delle indagine su tutta la questione perché i cittadini sono molto preoccupati.
    Come nostra abitudine le nostre lettere inviate alle Autorità sono “aperte” ed hanno come scopo principale la tutela dell’ambiente dove viviamo attraverso le nostre iniziative ambientali, storiche e culturali.

    In attesa di risposta, si ringrazia.
    Cordiali saluti.
Diotisalvi Perin






Per vedere il filmato dell'incontro
La Rete Sismica di Collalto
svoltosi presso la Casa degli Alpini di Colfosco (Susegana, TV)
il 28 novembre 2012

clicca qui sotto

PRIMA PARTE   -   SECONDA PARTE




Stampa la pagina


Invia ad un amico