Cerca  
Menu

Login
Nickname

Password


Hai perso la password?

Non sei registrato?
Fallo ora!

Espande/Riduce le dimensioni di quest'area
 
Espande/Riduce le dimensioni di quest'area

25 Luglio 2010 Escursione sui luoghi della Grande Guerra a Sant'Anna





Collalto

 

 

Escursione sui luoghi della Grande Guerra a Sant'Anna il 25 Luglio 2010

Partenza ore 8.00 da Sant'Anna

Organizzata dal Museo del Piave "Vincenzo Colognese" -

Comitato Imprenditori Veneti "Piave 2000"

in collaborazione con il Gruppo Festeggiamenti e Alpini di Collalto

Cenni storici di Tarcisio Zanchetta sulla antichissima chiesa di S. Anna

(anno 1265 Santa Maria di Mercatello) ai Mercatelli.

La guida, Tarcisio Zanchetta, spiegherà, fra l'altro, il significato del labirinto,

a forma di tria, inciso su un blocco di pietra e posto sulla sommità di una

parete esterna della chiesa.

Si proseguirà lungo il sentiero del fiume Soligo e del Piave, dove sono stati posti

i cartelli indicatori e chiamati Sentieri della Pace, situati sui luoghi della prima

linea della Grande Guerra.

Visite ai siti (secondo le indicazioni nelle locandine) con Diotisalvi Perin,

Angelo Pisu e Pietro Stefan: trincee, grotte, gallerie, postazioni di mitragliatrici

della Grande Guerra, compresa la grande Grotta millenaria poi adibita ad ospedale

austro-ungarico nel 1918.

Con Tarcisio Zanchetta, visita ai ponti del periodo lombardo-veneto e visita a ponti

e tratti della cosiddetta Strada Augusta Altinate o Opitergium Triedentum.

Auspichiamo che in prossimita dell'ultimo resto delle fondazioni del ponte

sul Ruio del Min, verso la zona Mina, non passi la condotta 'devastante' della

grossa linea di gas metano che alimenterà oltre una decina di mega serbatoi naturali

sotto i colli di Collalto, Colfosco, Susegana, Crevada ecc. il cui sfruttamento del

territorio, per servitù e altro, non dà risorse di rilievo agli abitanti di Susegana.

Manca, inoltre, un centro di controllo di vigilanza istituzionale che presidi la zona

a salvaguardia dei cittadini da eventuali fuoriuscite di gas, nel territorio, dai pozzi

o dalle complesse centrali di pompaggio, attrezzate con una miriade di tubazioni,

serbatoi e valvole ad alta pressione, che potrebbero causare esplosioni o incendi.

Tempo permettendo, si potrebbe visitare, in località Mina, la grotta del cannone

1918, ora della Madonna di Lourdes, all'interno della quale sulla sinistra si può

intravedere una porticina murata che chiude una galleria, progettata (qualora

sia completa) ad osservatorio verso Nervesa.

Sulla sommità della grotta c'era una chiesetta, dedicata a San Pietro d'Alcàntara,

distrutta nella Grande Guerra, di cui sono rimaste le fondazioni e, sulla sinistra

nascosta nell'erba, una lunga scalinata.

Altre informazioni sono riportate nel libro del nostro Comitato dal titolo:

"Conti di Treviso, di Collalto, di Collalto e San Salvatore".

 

Diotisalvi Perin

 


Stampa la pagina


Invia ad un amico